INCONTRO 7 LUGLIO 2011

Nella giornata del 7 luglio 2011 l’amministrazione del MEF ha tenuto un incontro sindacale con le OO.SS. rappresentative del personale delle aree professionali.

All’ordine del giorno:

  • l’informativa sulla situazione delle progressioni economiche;
  • l’informativa sui pagamenti dei compensi accessori: Fua 2010, straordinario da gennaio a maggio 2011, turni e reperibilità del I trimestre 2011;
  • la ripresa di confronto per un accordo sui turni e le reperibilità.

Vista l’importanza dell’argomento, pur non essendo inserito nell’ordine del giorno, la Dott.ssa Manno ha aperto la riunione dando alcune informazioni circa le c.d. cartelle pazze. In particolare ha spiegato che, così come già detto nella seconda informativa distribuita, i dati necessari, da portare all’Agenzia delle entrate, per ottenere lo sgravio sono a disposizione dei colleghi all’Ufficio cassa e dove si rendesse necessario saranno inviati, via raccomandata, a chi risultasse altrimenti non raggiungibile. E’ ovvio invece che chi non ha ricevuto nulla non ha bisogno di recarsi all’Ufficio cassa per ritirare alcun dato.

Nel nostro intervento abbiamo chiesto:

  • che l’Amministrazione si faccia carico di inviare ufficialmente i dati di cui le agenzie fiscali hanno bisogno direttamente alle agenzie e che dunque si eviti ai colleghi la necessità di affrontare in maniera individuale il problema;
  • se nonostante la comunicazione ufficiale da parte dell’Amministrazione si rendesse necessario il coinvolgimento dei colleghi, ciò avvenga con la possibilità di usufruire di permessi retribuiti;
  • abbiamo ancora, chiesto la massima trasparenza circa la corretta tassazione a cui i compensi relativi alla liquidazione della ex cassa del personale centrale saranno sottoposti.

La dott.ssa Baffi, capo delegazione per la parte pubblica, ha innanzitutto dichiarato che si farà parte attiva nel convincere l’Agenzia delle entrate a ricevere, e di conseguenza adeguare, i dati direttamente dalla Nostra Amministrazione al fine di evitare ai colleghi di doversi recare direttamente presso l’Agenzia, rischiando tra l’altro di ottenere trattamenti diversi a seconda dell’Agenzia delle entrate alla quale ci si reca. Siamo convinti che se c’è stato un errore di comunicazione tra le varie Amministrazioni siano loro a doversene fare carico, staremo a vedere e vi terremo informati.

Si è inoltre chiarito che le cartelle sono in realtà un avviso bonario e sono state elaborate da un sistema automatizzato, generate da una errata interpretazione di dati, che pertanto la tassazione riguarderà solo i redditi percepiti nel 2007, dunque per somme inferiori rispetto a quanto inizialmente richiesto, nel frattempo è stato sospeso l’invio di altre cartelle.

Con riferimento al primo punto all’ordine del giorno: l’Amministrazione ci ha informato che gli Uffici hanno concluso la fase di controllo sulle oltre 10.000 domande presentate e che la Commissione, all’uopo costituita, sta attualmente esaminando la posizione di 7 dipendenti ex ETI ai quali il Tribunale ha riconosciuto il diritto a partecipare al concorso delle progressioni economiche e la posizione di 80 colleghi che hanno inserito dati diversi da quelli in possesso dall’Amministrazione: sulla loro anzianità di servizio e/o sulla posizione economica ricoperta.

Sono seguite le più vive proteste sia per i ritardi che ancora si prospettano nella pubblicazione delle graduatorie, sia per la denuncia di una sigla sindacale circa la fuga di notizie sulle graduatorie provvisorie.

Abbiamo chiesto di conoscere la determina dell’Amministrazione sulla questione del punteggio da attribuire ai master non universitari della Scuola superiore di P.A. e della Scuola superiore Economia e Finanze, sulla quale avevamo richiesto l’interpretazione autentica del contratto visto il contrasto esistente tra l’accordo ed il bando di concorso. La dott.ssa Manno ci ha risposto che l’amministrazione si atterrà a quanto previsto nel bando di concorso.

La dott.ssa Baffi ha poi preso l’impegno di pubblicare comunque la graduatorie entro il 30 luglio.

Per quanto riguarda le competenze accessorie, i Dirigenti degli Uffici interessati, hanno dichiarato che gli straordinari effettuati da gennaio a maggio saranno pagati con il cedolino di luglio per i dipartimenti ex Tesoro e ad agosto per il dipartimento delle finanze.

Sfuma invece la possibilità che il FUA 2010 venga pagato a luglio in quanto l’accordo è stato certificato dalla Funzione pubblica il 28 giugno e ciò non ha permesso l’inserimento dei dati nel sistema informatico da farsi entro il 4 di luglio, il pagamento dunque slitta ad agosto, forse prima del pagamento dello stipendio, attraverso l’emissione di un cedolino straordinario.

La ripresa del confronto, per arrivare ad un accordo su turni e reperibilità, è stato piuttosto animoso in quanto l’Amministrazione, dopo aver comunicato che sono in pagamento i turni del I trimestre, ha anche manifestato la sua intenzione di avvalersi di quanto stipulato nell’accordo del 15 aprile e procedere al pagamento dei turni autorizzati oltre il limite previsto nel vecchio contratto integrativo anche per il I trimestre 2011. A questo punto tutte le sigle sindacali hanno chiesto di procedere al più presto ad ulteriori incontri per arrivare ad un accordo sui turni e reperibilità, vista la loro incidenza sul FUA.

Abbiamo, ancora una volta, richiesto che la contrattazione riguardi anche le Posizioni organizzative, ultima coda contrattuale del CCI  del 1999. La Dott.ssa Manno, scoprendo una incredibile mancanza di progettualità da parte dei suoi uffici,  si è arrampicata sugli specchi giustificando la mancata convocazione di un tavolo di concertazione sulle P.O. per difficoltà nel quantificare la disponibilità nelle risorse certe del FUA, dati di cui tutti siamo a conoscenza da mesi.

Non possiamo che denunciare la superficialità con la quale ancora una volta l’amministrazione  del MEF affronta questa annosa questione.

Qualora la prossima convocazione, per la contrattazione dei turni e reperibilità, non riportasse nell’ordine del giorno anche l’argomento dell’istituzione delle P.O., annunceremo lo stato di agitazione della categoria e procederemo a tutte le più opportune azioni di lotta!

One Response to “INCONTRO 7 LUGLIO 2011

  • Paola Navetta
    6 anni ago

    Ai colleghi che già avevano beneficiato del doppio salto nel 2004 (da exC1 a exC3) nonostante una sentenza della Corte Costituzionale sulla illegittimità di questo doppio passaggio (assenza di laurea a parte), questa volta avrebbe dovuto essere precluso una ulteriore progressione economica da A3/F4 a F5. Questi colleghi, già a suo tempo ben “ammanicati”, nel giro di poco più di un quinquennio hanno così realizzato il triplo salto, scavallamento realizzato il 1° agosto 2011 anche con soli 26 punti! Ha proprio ragione Marco Pannella nel definire la Corte Costituzionale ‘cupola della mafiosità partitocratica’, se così non fosse tutte le sue sentenze dovrebbero essere rispettate. Senonché alcune di esse sono strutturate ad hoc per essere “interpretate” secondo le convenienze…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: