CTR MARCHE: esito assemblea unitaria del Personale del 19 maggio 2014.

thumbs_AN1354

Le scriventi OO.SS. del Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno partecipato in data 19 maggio 2014 all’assemblea del personale, convocata dalla RSU, concernente la Organizzazione dell’Ufficio di Segreteria, la situazione di organico del personale, il clima interno connesso al rapporto con la dirigenza.

Premesso che in data 28 gennaio 2014 si svolse analoga assemblea con analogo ordine del giorno.

Dalla discussione sono emerse le stesse criticità dovute alla mancata risoluzione del clima interno attraverso ai rapporti gerarchici ed interpersonali da ricondurre a condizione di serenità e collaborazione.

Tutto ciò nonostante che si sia svolto un Audit Ministeriale a fine anno 2013, a seguito del quale vi è stata la emanazione di ben 4 ordini di servizio che hanno sollevato perplessità nei Lavoratori e nelle RSU sui metodi di distribuzione delle competenze e delle funzioni.

In particolare il rapporto tra la Dirigenza ed il Personale si è mantenuto in condizioni piuttosto aspre.

Ciò, per l’ennesima volta, ha condizionato pesantemente il clima interno e sta generando ulteriore tensione e ansia nei dipendenti con ripercussioni sul loro stato di salute, provocando un preoccupante ricorso alle assenze per malattia.

Tutto questo deve fare i conti anche con le situazioni personali dei dipendenti stessi.

Alcuni di questi, infatti, fruiscono di particolari istituti di assenza dovuti a part-time, alla legge 104 e ad assenze per maternità, malattie gravi di lunga durata.

Malgrado ciò l’attività istituzionale è stata portata avanti consentendo il raggiungimento degli obiettivi istituzionali con percentuali di tutto rispetto.

Se a tutto questo si aggiunge che vi sono stati due comandi, uno scaduto e uno in scadenza, si intuisce abbastanza facilmente che il full-time equivalente utilizzabile per le attività dell’ufficio, appare  insufficiente.

Pertanto a nostro giudizio la CTR Marche necessita di un incremento di personale e di una corretta riorganizzazione, poiché il perdurare di tali condizioni potrebbe mettere a rischio il raggiungimento degli obiettivi 2014, con effetti dannosi patrimoniali sia sul salario dei dipendenti della CTR che delle Commissioni Tributarie Provinciali della regione.

Alla luce di tutto ciò, considerato che lo Stato di Agitazione del Personale della CTR Marche dichiarato in data 24 settembre 2012 poi sospeso a seguito dei confronti avviatisi ma, alla situazione odierna, risultati inutili, con la presente viene riavviato a sostegno delle richieste di trasferimento di tutti i dipendenti della Commissione Tributaria Regionale delle Marche di Ancona.

Chiedono in ogni caso che la situazione gestionale, la quale si protrae in tale condizione da lunghi mesi, sia riportata in condizioni di normalità e serenità tipica di un benessere lavoristico.

Distinti saluti.

 Ancona 20.05.2014

         M. Micucci – P. Rosolani – E. Cannavici – W. Marusic  A. D’Alessio – L.L.M. Bianchi

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: