Il MEF e la chiusura delle sedi!

imagesCAH0K8Y0

“Sinceramente ci aspettavamo di ricevere delle risposte nette e precise alle attese di circa 200 Nostri colleghi, ci aspettavamo visto che siamo al 28 ottobre ci venisse detto che i dettagli e le criticità nella Nostra Amministrazione così come con le altre (Agenzie; SNA, ecc.) fossero state risolte a vantaggio del personale interessato dalla chiusura delle sedi. Vi ricordiamo che non è una scelta del personale trasferirsi ma che è un imposizione piovuta dall’alto alla quale non ci si può rifiutare.

Rammentando anche che dietro a quei circa 200 colleghi ci sono altrettante famiglie che avranno ripercussioni anche pesanti da questa “Riorganizzazione” e prima di qualunque altra cosa chiediamo rispetto per chi da anni da il proprio contributo a questa Amministrazione, che con tutto rispetto non è il Comune di Rocca Cannuccia, ma il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Di conseguenza non si può arrivare al 28 ottobre senza dare alcuna certezza e permettere ad esempio che l’Agenzia delle Dogane prima di accettare i Nostri colleghi effettui con loro dei colloqui, questo non è ammissibile”.

Così, abbiamo iniziato il Nostro intervento all’incontro che si è appena concluso, incontro al quale hanno partecipato il Dott. Ferrara, il Dott. Tanzi, la Dott.ssa Vaccaro e la Dott.ssa Zoppi e avente per oggetto la chiusura delle 10 sedi RTS e della SSEF.

Per quanto riguarda la chiusura delle 10 sedi l’Amministrazione invierà (tramite intranet probabilmente), al personale interessato, un modulo prestampato sul quale indicare le “preferenze” di sedi.

Il modulo riporterà (in modo più dettagliato), le seguenti possibili scelte:

  • Agenzie delle Dogane Direzione Regionale, sede di:

  • Agenzie delle Dogane Direzione Provinciale, sede di:

  • Agenzie delle Entrate Direzione Regionale, sede di:

  • Agenzie delle Entrate Direzione Provinciale, sede di:

  •  RTS sede di:

  • Commissione Tributaria Provinciale, sede di:

  • Commissione Tributaria Regionale, sede di:

La mancata scelta verrà considerata come scelta della RTS accorpante la sede soppressa, ad esempio: il dipendente della RTS di Crotone che non effettua alcuna scelta sarà considerato come se avesse scelto la sede della RTS di Catanzaro.

Tali istanze dovranno pervenire alla sede centrale entro il 10 Novembre prossimo per poter essere valutate e/o accettate.

Le domande di trasferimento eventualmente già inoltrate saranno protocollate e messe agli atti, faranno fede solo le istanze predisposte attraverso i moduli di prossima emanazione.

Il Dott. Ferrara e il Dott. Tanzi hanno dato massima garanzia sulle tutele nei confronti del personale interessato aiutandoli il più possibile nei trasferimenti verso le sedi prescelte, tra quelle possibili.

In ogni caso diciamo che per quanto riguarda le Agenzie delle Dogane c’è una problematica riguardante il personale della terza Area, in quanto una norma interna prevede che l’Agenzia non possa assumere personale di terza Area, appunto, prima di aver assorbito gli idonei interni, si sta cercando di superare questa difficoltà che potrebbe riguardare anche l’Agenzia delle Entrate.

La Dott.ssa Vaccaro ha inoltre garantito, su Nostra esplicita segnalazione, che al personale che a causa di tali spostamenti dovesse comprare abbonamenti di mezzi pubblici (da Noi considerata come una ulteriore decurtazione dello stipendio) sarà data precedenza nei sussidi per l’abbonamento che annualmente vengono corrisposti dal DAG.

Per quanto riguarda la chiusura della SSEF l’Amministrazione ci ha informato che a seguito dei vari incontri tenutisi con i responsabili della SNA, la stessa in collaborazione con la Funzione Pubblica sta lavorando al fine di prendere con se tutto il personale della sede centrale di Roma utilizzando lo strumento del comando, mentre il personale della SSEF delle sedi periferiche (Torino, Milano, Bari, Bologna, Palermo), si sta provvedendo ad riassorbire il personale nelle altri sedi del MEF soprattutto nelle Commissioni Provinciali.

Anche in questo caso le domande già inoltrate verranno protocollate ma, almeno per il momento, non verranno prese in considerazione.

 Si è discusso anche della conferma o meno dei ”comandi in”, ferma restando la volontà della Nostra Amministrazione di mantenere il più possibile lo “status quo”, ci potrebbero essere delle criticità in quelle Regioni in cui al termine della revisioni delle Dotazioni Organiche si presentassero degli esuberi. In quel caso si avrà la decadenza dell’incarico, ma ripetiamo si sta cercando di risolvere anche questa problematica lavorando, appunto, sulle Dotazioni Organiche.

E’ chiaro, in ogni caso, che visto il momento di difficoltà per tutto il personale del MEF, in primis verrà tutelato il Nostro personale e in subordine il personale in comando.

Vista la complessità degli argomenti trattati e l’impossibilità da parte dell’Amministrazione di dare al tavolo tutte le dovute risposte si è deciso di affrontare in un altro incontro, da tenersi tra metà e fine mese prossimo, le problematiche riguardanti “il contributo Unificato”, la “rotazione degli incarichi” nelle Commissioni Tributarie Regionali e Provinciali; il “conferimento di incarichi” a personale in comando da altre Amministrazioni e tanto altro ancora.

Questo è in sintesi quanto scaturito in un incontro durato quasi 4 ore, come si può notare, così come abbiamo fatto Noi al tavolo, di certezze ce ne sono poche rispetto ai buoni propositi ed alle speranze, il Nostro compito ora è quello di vigilare che il tutto si trasformi in fatti concreti.

Per quanto attiene la questione, affrontata con il Dott. Tanzi, delle nuove Dotazioni Organiche distribuite su “Ruoli regionali”, Visto anche il complesso lavoro svolto dall’Ufficio di Coordinamento del Ragioniere, vi daremo la giusta ed approfondita informativa in seguito.

Un Saluto!

 

Walter Marusic

Coordinatore Nazionale MEF

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: