Una firma al giorno…….

Strana la vita, veramente strana!

Strano che nonostante si spendano fiumi di parole e di soldi, tanti soldi, per informatizzare tutti i processi della Pubblica Amministrazione un dipendente debba aspettare almeno 4 mesi per ricevere la remunerazione dello straordinario svolto a dicembre 2012.

“Almeno 4 mesi” visto che nelle buste paghe di marzo non vi è traccia, e non è detto che ci sia in quelle di aprile.

Strano che gli stessi fiumi di parole e di soldi, non permettano allo stesso dipendente di percepire il 20% delle somme del FUA 2011…e RIBADIAMO 2011…,frutto di un Accordo siglato in data 30 ottobre 2012, nonostante siano trascorsi già 5 mesi da allora.

Strano che allo stesso dipendente gli venga detto: “visto che il Decreto della c.d. cartolarizzazione, certificato dalla Corte dei Conti in data 13 novembre 2012, è discriminante e offensivo nei confronti di una parte dei colleghi, ne chiediamo il ritiro e la formulazione di uno nuovo, perché preferiamo aspettare dei mesi al fine di ricevere il giusto; ma non preoccuparti, tra due giorni facciamo una raccolta firme per
costringere sia l’Amministrazione che il Ministro ad erogare immediatamente le somme dovute, e per prendere più firme, ci uniamo con chiunque porti la penna
”!!!!??!!!?!?!!?

Strano che lo stesso (forse, anche un po’ sfigato) dipendente stia aspettando che vada in porto una convenzione di telefonia, del cui schema gli fu data notizia in data 12 settembre 2012, che pare sia stata rimessa in discussione (al fine di migliorarla) da chi probabilmente a breve farà una raccolta firme per diffidare l’Amministrazione per l’immediata stipula della stessa.

Strano che invece di cercare di tutelare i Nostri colleghi delle RTS, lasciati soli ad affrontare  i danni provocati dal sistema “Noi PA”, si intraprendano guerre locali personalistiche che vedono come unica
vincitrice la “pochezza” di alcuni “pseudo” rappresentanti dei lavoratori che con il loro comportamento mettono in seria difficoltà il personale di quella sede, di cui se ne fanno “scudo”, arrivando addirittura a far chiedere alla propria Rappresentanza Sindacale Unitaria tavoli separati!!!?!?!?

Comprendiamo che quando un problema investe un grande Sindacato (o il più grande Sindacato) automaticamente si trasforma nel più “grande dei problemi”; ci poniamo però solo una domanda: un Sindacato è grande perché ha tanti iscritti o ha tanti iscritti perché è un Grande Sindacato?

Di conseguenza qual è la differenza tra un “grande” Sindacato e uno “impercettibile ed irrilevante” se poi all’interno di questa Amministrazione ci sono tante, troppe, cose che non vanno.

Riteniamo che la differenza tra un Sindacato ed un altro si misuri valutando l’onestà intellettuale, il rispetto verso Tutti i lavoratori iscritti e non, la passione e la determinazione con cui si cerca la soluzione ai problemi dei colleghi non Solo attraverso il numero degli iscritti.

Aspettiamo fiduciosi, non una, ma tante raccolte firme e magari anche un po’ dei Nostri soldi!

 Walter Marusic

Coordinatore Nazionale MEF 

 

One Response to “Una firma al giorno…….

  • Che c’è di strano in tutto ciò? Sono i tempi ‘tecnici’ delle nostre superburocrazie ministeriali, quando si tratta di remunerazioni dei ‘travet ‘ come tutti noi ( anzi io ex travet ). Che c’è di strano se un pensionato come me ( da cira due anni ), non riesce a sapere nulla dal Ministero su quando gli verranno riliquidate le spettanze pensionistiche e del TFS, pur avendo scritto allo stesso da mesi, senza alcuna risposta, neanche interlocutoria ? Sono i tempi tecnici dei ministeri, e poi parliamo di valutazione del personale…..e di rispetto dell’utenza, e di diritti del cittadino… Ma non facciamo ridere i polli, per favore !

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: